giovedì 31 agosto 2017

REVIEW PARTY: WONDER WOMAN - WARBRINGER di LEIGH BARDUGO

Buongiorno pages
la recensione di oggi per me è stata un vero e proprio regalo. Dovete infatti sapere che io con i telefilm di questa eroina DC ci sono praticamente cresciuta. La Wonder Woman interpretata da Lynda Carter era un sogno per me, una visione! La guardavo completamente rapita, sperando che prima o poi anch'io avrei avuto un lazo magico con cui far dire la verità a tutti ... aspetta e spera! Finiti i sogni di gloria, ci ha pensato Leigh Bardugo a farmi venire gli occhi a cuoricino, con il romanzo di cui parliamo oggi.
Titolo: WONDER WOMAN - WARBRINGER
Autore: Leigh Bardugo
Serie: DC Icons,#1
Editore: Fabbri Editori
Genere: Young Adult
Pagine: 466
Data di pubblicazione: 31 agosto 2017
Sinossi 
Diana è una giovane principessa amazzone e vive su un'isola sperduta, protetta da quanto accade lontano da Themyscira, la sua casa. Alia è una ricca ragazza newyorkese, orfana di due famosi biologi. Due mondi agli antipodi, due vite completamente diverse... almeno fino a quando la nave di Alia naufraga proprio sulle coste amazzoni, e Diana la salva. Presto sull'isola iniziano a scatenarsi tempeste e terremoti e una strana febbre si diffonde tra le sue abitanti, spingendo Diana a consultare l'Oracolo. La sua rivelazione è sconcertante: Alia non è una giovane qualunque, bensì una Warbringer, ovvero l'erede della stirpe di Elena di Troia destinata a portare guerra e distruzione. Ucciderla o purificarla, queste sono le uniche alternative per salvare il pianeta. Prima come improbabili alleate e poi come amiche, le due ragazze si troveranno costrette loro malgrado a unire le forze e ad affrontare insieme nemici potenti e persino divinità antiche, nel tentativo di liberare Alia da questo terribile destino. E con lei il mondo intero.
Da sempre la giovane amazzone Diana vive a Themyscira, un'isola ben celata dagli Dei agli occhi dei comuni mortali. Concepita grazie ad un sortilegio operato da sua madre Ippolita, la principessa Diana vive in quest'isola circondata dalle sue "sorelle", in un clima totalmente pacifico. Nel giorno più importante della sua vita, Diana fa un errore che sconvolgerà completamente la sua esistenza. Contravvenendo alle leggi che governano l'isola, salva dal naufragio la mortale Alia. Accortasi che la presenza della giovane mortale non è cosa gradita all'isola, Diana cerca di porre rimedio al fatto consultando l'Oracolo, che in breve tempo le svela la vera natura della ragazza. Alia è una Warbringer, ovvero una creatura che ha nel suo sangue il DNA di Elena di Troia. Questa sua particolare discendenza fa sì che la ragazza sia una vera e propria portatrice di guerra, una miccia che al suo 17esimo anno di età è destinata a raggiungere l'Ecatombeone ovvero, la sua maturità divina, dando il via a quello che si preannuncia essere il terzo conflitto mondiale.
"La guerra di Troia è durata dieci anni. Nessun dio è stato risparmiato. Nessun eroe. Nessuna amazzone. Lo stesso accadrà se ad Alia sarà concesso di vivere. Lei è haptandra. Ovunqe andrà, scatenerà conflitti. Ogni suo respiro ci conduce verso l'Armageddon"
E' ormai chiaro a Diana che quello che doveva figurare come un naufragio era in realtà un tentativo di uccidere quella ragazza che inconsciamente porta nel suo sangue un'eredità così pesante. A costo di non poter mai più far ritorno nella sua amata Themyscira, Diana decide di proteggere Alia e porre fine a quella maledizione. Da quel momento, le due ragazze saranno inseparabili in un lungo e movimentato viaggio che le porterà da New York fino alla Grecia, in un tripudio di azione e buoni sentimenti. Leigh Bardugo mi ha regalato un fine di agosto spet-ta-co-la-re. Questo romanzo non solo è scritto bene, è anche credibile. La scrittrice è riuscita a toccare una vasta gamma di argomenti, che vanno dall'amicizia all'omosessualità, grazie anche all'introduzione di personaggi come Nim, la vulcanica amica di Alia. Ho apprezzato molto come Leigh Bardugo ha impostato i protagonisti, dando loro una connotazione multietnica. Il romanzo scorre in un clima adrenalinico grazie a scene di combattimenti che vengono resi in maniera superba dallo stile di scrittura, scorrevole e dettagliato. La trama è senza dubbio solida e ci descrive la nascita e la crescita di un'amicizia tra due ragazze che cercano di affermarsi ed emanciparsi. Non di soli combattimenti vive il lettore e Leigh Bardugo sapientemente ha lasciato spazio a Cupido, con il primo turbamento d'amore di Diana nei confronti di Jason, il fratello di Alia. Non aspettatevi occhi a cuoricino però, stiamo parlando di un'amazzone quindi è più una guerra che regala un sacco di sorrisi. Tutto da leggere questo romanzo, se siete dei nerd incalliti, se cercate uno young adult ben fatto e soprattutto se volete fantasticare sulla giovinezza di quella che è a tutti gli effetti, una vera e propria icona del girl power. 

Vi ricordo le altre tappe del Review Party di oggi ;)
Dal suo sofà
la vostra

2 commenti:

  1. Anche io l'ho amato e ho adorato la scrittura di questa autrice: come hai detto, molto credibile nonostante il mito e gli elementi superumani :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora che escano gli altri della serie! Vengo subito a leggere che ne pensi ^^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...