martedì 11 aprile 2017

RECENSIONE: "DOMINANT" di Irene Grazzini

Hola pages
oggi vi parlo di un romanzo che mi ha colpito per la sua scorrevolezza e che mi ha coinvolto fin dalle prime pagine

Titolo: DOMINANT
Autore: Irene Grazzini
Editore: Fanucci Editore
Genere: Distopico
Data di pubblicazione: 9 marzo 2017
Sinossi 
Claire ha trascorso i suoi primi sedici anni sotto la Cupola, l’enorme barriera alimentata a energia geotermica che protegge la City dall’esterno, il Mondo di Fuori, una landa inospitale e pericolosa sconvolta dalla più violenta glaciazione di cui si abbia memoria. Claire è una Dominante, appartiene cioè a quella razza eletta cui spetta il merito di aver liberato la città dalla minaccia dei Recessivi. Ora il destino ha deciso di sconvolgerle l’esistenza, presentando alla porta del suo Loculo una ragazza sconosciuta, ferita, che ha bisogno di aiuto. Da quel giorno, la vita di Claire si trasforma in una fuga disperata e rocambolesca dai Vigilanti e dai loro terribili robot, i Mastini, perché quella ragazza misteriosa è una Recessiva, e aiutarla significa commettere il più grave dei reati, quello di alto tradimento. Attraverso un mondo inospitale, reso sterile dal ghiaccio e dall’odio, tra bufere di neve che sferzano enormi città e maestose rovine, Claire scoprirà che il confine tra giusto e sbagliato è più labile di quanto abbia mai creduto. Una trama avvincente, un viaggio sorprendente in un futuro forse non così lontano.

Grazie a Irene Grazzini ho avuto il piacere di tuffarmi di nuovo nelle atmosfere distopiche e gustarmi una storia che ha saputo emozionarmi e farmi ridere, ma partiamo dal principio. Dopo una tremenda glaciazione il mondo ormai è allo sbando, pochi sono gli uomini sopravvissuti e tra di loro vige la legge del più forte, Dominanti e Recessivi sono le due etnie principali. Di sicuro quelli che se la passano meglio sono i primi, caratterizzati dalla loro pelle color caffelatte e dai capelli scuri, in seguito all'epurazione voluta dal sindaco Swan - infamia che ha visto i recessivi cacciati all'esterno - hanno trovato riparo sotto la Cupola, una gigantesca struttura di vetro, dove al suo interno fiorisce e prospera una società tecnologica ben organizzata, la City. Claire, 16 anni, è un perfetto prodotto di questo ingranaggio. Cresciuta al riparo dei pericoli che popolano l'esterno della Cupola, sa già che ben presto andrà a ricoprire un ruolo di spicco all'interno dei laboratori scientifici della City, il tutto grazie alla sua spiccata intelligenza. Questo fino al giorno in cui non trova Eleanor, una recessiva gravemente ferita, sull'uscio della sua casa (meglio conosciuto come loculo!). Nonostante la legge glielo vieti, Claire non può fare a meno di aiutare quella ragazza, scatenando così una serie di eventi che la costringeranno a fuggire insieme alla recessiva, e a cercare riparo dove meno se lo sarebbe aspettato, l'esterno della Cupola. In un lungo viaggio fatto di battibecchi e velati complimenti, Claire scoprirà che al di fuori della Cupola esiste un universo a lei del tutto sconosciuto, un mondo e una società (quella dei recessivi) in grado di rovesciare quelle che erano le sue convinzioni.  
"Dominant" è un romanzo che fin dalle prime pagine colpisce per la scorrevolezza e la capacità di catturare l'attenzione di lettore. Durante la lettura non ho mai avuto un attimo di esitazione, il rapporto tra le due protagoniste contribuisce a tener viva quella che è una struttura narrativa solida e ben organizzata. Eleanor e Claire sono uno spasso, tanto forte è una quanto fragile è l'altra eppure, nonostante le loro diversità, nonostante l'odio che dovrebbero provare, non possono fare a meno di cercarsi, di difendersi, di apprezzarsi, andando a superare quelle che sono le stupide barriere imposte da una società che vede differenze laddove non ce ne sono e stabilendo tra loro una solida amicizia (anche se c'è da dire che Eleanor ha un modo tutto suo di dimostrare affetto). L'epilogo del romanzo è una sequela di colpi di scena che mi hanno lasciato con il fiato sospeso, in disperata attesa del seguito che - per mia fortuna - dovrebbe arrivare a giugno. Assolutamente consigliato  

Dal suo sofà
la vostra

2 commenti:

  1. In mezzo a tante serie distopiche questo titolo mi incuriosisce pur non avendone sentito parlare prima: segnato in wishlist! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto carino! Scorrevole, si legge in fretta e non delude ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...