martedì 14 marzo 2017

Recensione: "Loving Donovan" di Mari Thorn e Anne Went

Hola pages
come è andato il vostro fine settimana? Il mio, per il solo fatto di essere sopravvissuta a mia nipote Peanuts, posso dire bene! Per tutto il pranzo ho avuto la sua vocina all'orecchio che mi sussurava: "'Ndiamo a vedere Papa?", solo con la promessa di un gelato siamo riusciti a distoglierla dal suo improvviso fervore religioso... bella de' zia! Luce dei miei occhi! Trottolina amorosa dudù da da dà! La prossima volta che Francisco s'avvicina alla parrocchia de zona, te tappo le orecchie. Parliamo di "Loving Donovan" che è decisamente meglio!


Titolo: "Loving Donovan"
Autore: Mari Thorn, Anne West

Editore: Self publishing
Genere: Contemporary romance, Humor
Sinossi
-Sei insistente!
-Il mio curriculum preferisce l'espressione: 'professionale', signore.
-Sei esasperante!
-Faccio solo tesoro degli insegnamenti ricevuti, signore.
-Sei una maledizione!
-Evidentemente hanno ritenuto gliene occorresse una, signore.

Cliff Brewster è il giovane e geniale erede di una famiglia dal recente passato nobiliare. Ha una mente brillante che lo ha fatto spiccare nel mondo degli affari e una ancor più brillante predisposizione a godersi la vita.
Un mix esplosivo. Una preoccupazione non da poco per sua nonna, la temibile Lady Brewster. Come impedire che Cliff disperda il suo potenziale? Semplice, ponendogli accanto un 'tutor' che ne regoli l'esistenza. E chi meglio di un maggiordomo? Ma siamo nel terzo millennio e le donne hanno ormai conquistato ruoli che una volta erano appannaggio dei soli uomini. Così Lady Brewster ingaggia non IL, ma LA migliore "butler" d'Inghilterra.
Ferrea e inflessibile, anche se dotata di una dolcezza nascosta, Greta Donovan avrà il non facile compito di contenere gli eccessi del giovane Brewster e Cliff ricambierà facendo di tutto per liberarsi di lei.
Persino Teddy, Charlie e Susan, gli inseparabili amici di Cliff, non riusciranno ad evitare di affezionarsi a Don, e quando lui scoprirà di poter essere migliore grazie al suo instancabile sostegno, sarà la fine per il loro strano rapporto di lavoro.
Don è spiazzata: può un datore di lavoro, diventato un amico, trasformarsi in qualcosa di più?
E Cliff accetterà di cambiare? A che prezzo?
Greta si rifiuta anche solo di pensarlo e Cliff dovrà dimostrarle di essere cambiato, ma la cocciutaggine di una temibile lady darà ad entrambi un'ultima e definitiva opportunità e alla fine... LOVING DONOVAN!

Se vi spiegassi come ho cominciato a leggere questo romanzo credo che del mio ragionamento capireste ben poco, perchè è un po' contorto. Quello che è certo è che mi sono ritrovata nella situazione in cui di 3 romanzi che DOVEVO leggere, alla fine non ne ho letto neanche uno, praticamente ho messo in pausa tutto cosciente del fatto che se mi fossi avvicinata a uno di quei 3 libri, avrei finito con l'odiarlo. E' stato così che, rovistando nell'infinità di e book presenti nel mio kindle, l'occhio si è fermato su "Loving Donovan", un romanzo perfetto per il momento che stavo attraversando. L'anziana Lady Brewster è preoccupata, il colpevole? Suo nipote, Clifford Jerome Brewster. Nonostante il successo raggiunto grazie alle sue doti di genio dell'informatica e la conseguente nascita dell'azienda che gli dona ricchezza e fama, Cliff non accenna a crescere. D'altronde, quando nessuno ti ha insegnato cosa vuol dire sacrificio, vizio ed eccesso sono due condizioni normali, vissute a cuor leggero. E' per questo che, per correre ai ripari, sua nonna decide di affidarsi alla più giovane e migliore butler inglese, l'inflessibile Greta Donovan che, per un periodo di tempo, affiancherà il ragazzo nella vita di tutti i giorni. Per la ragazza è quello che ci vuole, un incarico che la avvicina sempre più al prestigio che le occorre per la consacrazione finale e il suo ingresso a Buckingham Palace, al servizio dei reali inglesi. Questo se tutto filasse liscio, ma può un ragazzo che ha sempre fatto di testa sua, uno dei più ricchi under 30 d'Inghilterra, accettare di vivere 24 ore su 24 con un maggiordomo che gli consiglia quale comportamento sarebbe più consono? Per Greta sarà l'inizio di un incubo perchè Cliff metterà in atto ogni sorta di stratagemma per liberarsi di lei e vendicarsi di quella dolce despota di sua nonna. 
"Io adoro quella donna, ma quando ha queste botte di possessione vittoriana giuro che mi verrebbe voglia di rinchiuderla nella torre  come ha fatto quel sant'uomo di Rochester con la moglie pazza!"
Peccato che, tra un dispetto e una discussione, ci si metta di mezzo l'amore. E di amore, nonostante l'inflessibilità di Greta, ce n'è davvero tanto, solo che nessuno dei due ha il coraggio di confessarlo. Solo una nonna attrice, amici impiccioni e un'intera stirpe di maggiordomi riuscirà nell'intento di unire ciò che un uomo e una donna non riescono a congiungere.  La convivenza forzata di Greta e Cliff è, di fatto, il fulcro di tutto il romanzo. I loro battibecchi continui, lo scambio di battute acide, le lotte interiori che devono sostenere per scendere a patti con un sentimento non previsto, fanno di questo romanzo una delizia. Come vi sarete accorti, a parte la scelta dei ruoli, la trama non brilla per originalità, eppure mi ha conquistato, “Loving Donovan” è sicuramente una di quelle letture che consiglierei quando si ha voglia di un romanzo piacevole e scacciapensieri. Fa ridere, è dolce, facilmente ci si immedesima nei personaggi e scorre bene. Consigliato? Se cercate una lettura carina, se volete ridere, se volete farvi venire gli occhi a cuoricino, se state attraversando un periodo no, assolutamente SI! Greta (Don!) e Cliff sono quello che fa per voi.


Dal suo sofà
la vostra  

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...