lunedì 6 febbraio 2017

Recensione: "Dracula. Love Never Dies" di Natascia Luchetti

Buon pomeriggio pages
dopo le novità di questa mattina, è tempo di recensioni qui sul blog ^^

Titolo: "Dracula. Love Never Dies"
Autore: Natascia Luchetti
Editore: Delrai Edizioni
Data di pubblicazione: 23 gennaio 2017
Genere: Horror, Romance
Sinossi
Il mio nome è Dracula, venite, vi stavo aspettando. Ho pensieri che non posso confessare a me stesso, tentazioni oscene che gridano rabbia. Questo non è un incubo, è la realtà. Sono passati più di cento anni dalla sconfitta delle tenebre. Il ricordo sbiadito e invecchiato della donna che ha amato continua a torturare il suo animo imprigionato e inquieto. L’animale che è in Vlad preme per uscire e vendicarsi così della prigionia a cui Van Helsing e Harker lo hanno costretto, allontanandolo dall’amore. Il male è di nuovo pronto per calare su Londra e lasciare una scia infinita di sangue. Crudele e privo di morale, Dracula si aggira per la città, ma l’antica promessa di un sentimento eterno torna a fargli visita. Yrden Clarks lo guarda con ardore, lei non lo giudica, lei non ha paura… Ma è la vendetta che alimenta la smania del mostro e lo guida nella lotta tra luce e ombra. Non c’è niente che può salvare un uomo senz’anima, niente, nemmeno l’amore a cui la storia sembra averlo destinato. Dopo più di un secolo, il ritorno di Dracula, in un romanzo che non ammette pregiudizi. Se non si è disposti a capire il male, si finisce per averne paura. Allora chi può salvare la vita alla morte?

Il mio amore per Dracula, come per Natascia Luchetti, nasce molti anni fa. Con il passare del tempo, posso dire di essermi fatta una bella cultura in materia di vampiri e se la parte più giovane di me si è follemente innamorata del Conte, negli anni, Edward Cullen, Bella Swan e tutti gli altri protagonisti della premiata ditta Myer, avevano un po’ raffreddato questo mio sentimento. Proprio per questo oggi, voglio dire grazie a Natascia, un grazie sincero e sentito, perché dopo anni mi ha restituito quella figura di cui ero follemente innamorata.  Grazie a una scrittura scorrevole e coinvolgente, il mito di Dracula rivive nei giorni nostri, ed è stato bello vedere come quelli che erano i protagonisti di ieri, si sono ritrovati ad esser di nuovo protagonisti oggi,  grazie a quell’elemento vitale che è il sangue. Leggendo questo romanzo, si ha l’impressione di assistere alla creazione di una tela e proprio come una moderna Penelope, Natascia tesse al suo interno diverse trame che, alla fine, sfociano nel confronto decisivo degli uomini contro il vampiro. In una Londra moderna, Dracula si aggira alla ricerca della sua vendetta contro i discendenti di coloro che molti anni prima decretarono la sua sconfitta, uno su tutti, Vincent Harker. Ma se il Conte dei giorni nostri, non ha perso un grammo del Male (e del Bene) passato, gli eredi dei suoi rivali hanno messo da parte l’unità e l’amicizia a favore di un’individualità che potrebbe rivelarsi fatale. Accentratori di questa lotta sono i due fratelli Yrden e Noah, gemelli di Whitechapel che oggi, come ieri, è uno dei quartieri più problematici di Londra. Non appena metterà piede nella capitale inglese, il Conte farà capire subito le sue intenzioni, dando il via a una vera e propria strage degli innocenti,  c’è un solo punto debole su cui i suoi avversari possono contare: il cuore. Yrden è, infatti, per Dracula quello che Elisabeta fu per Vlad Tepes, passione, amore, redenzione. Natascia, nonostante tutto ruoti intorno ai sentimenti, non ha tolto alla figura del Conte la componente demoniaca anzi, ha posto l’accento sulla sua crudeltà facendo capire chiaramente che i sentimenti di Yrden non sono dettati da una visione distorta della realtà, lei è ben cosciente di chi ha davanti e lo ama per quello che è… un vampiro. Nelle pagine di “Dracula. Love Never Dies” ho ritrovato quell’uomo maledetto che porta sulle sue spalle il peso dell’amore, un amore che travalica il tempo, un amore che non trova pace, un amore che sembra destinato a non morire mai e che ha l’ardire di sfidare le leggi del tempo e degli uomini.



Dal suo sofà
la vostra



6 commenti:

  1. Grazie per la stupenda recensione!!! Bellissima! Sono felice che il libro ti sia piaciuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Mi hai tolto un glitterato dalla testa e mi hai restituito un vampiro! ^^

      Elimina
  2. Ciao Ophelie:),
    mi è già capitata sotto gli occhi qualche recensione di questo libro e devo dire che con tutti questi apprezzamenti mi sono convinta a prenderlo in considerazione^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicky, è scritto molto bene, te lo consiglio ^^

      Elimina
  3. Si torna all'origine dei vampiri? Sarebbe anche ora! Libro in lista ovviamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica! Non ne potevo più di glitter sui vampiri... non me ne vogliano le ammiratrici di Twilight XD

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...