mercoledì 3 agosto 2016

Recensione: "Uccidimi" Blood Bonds #3 di Chiara Cilli

Hola paginette ^^
oggi ho deciso di non darvi tregua, ma avendo avuto l'occasione di leggerlo in anteprima credo sia il caso che dica la mia su "Uccidimi" il terzo romanzo della serie Blood Bonds e che vede l'epilogo della storia tra Aleksandra e Henri! *l'ho presa benissimo*




"Uccidimi” Blood Bonds #3 di Chiara Cilli

Titolo: "Uccidimi" Blood Bonds #3 ♥ Autore: Chiara Cilli ♥ Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform ♥ Pag.: 282 ♥ Genere: Dark Romance ♥ Prezzo: cartaceo €11,50 / ebook €4,99

Sinossi

Non avrei mai immaginato che la mia vita sarebbe finita così.
Non avrei mai creduto che la mia vita sarebbe dipesa dalla sua.

Ero pronta a morire per mano dell'uomo che mi aveva distrutto.
Ero pronto a uccidere la donna che si era presa tutto me stesso.

Ma la mia sofferenza non è ancora terminata.
Ma me l'hanno portata via.

Sta venendo a riprendermi, lo sento.
Me la riprenderò, a qualsiasi costo.

E questa volta non potrò fermarlo.
E questa volta non fallirò.

A meno che non sia io a ucciderlo.


**Attenzione**
Romanzo Dark Contemporaneo
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù.



Recensione
E poi ritorna lei, Chiara Cilli, torna con il terzo capitolo della serie Blood Bonds e tu sai che per te è la fine. Lo sai perché immediatamente ti tornano in mente mille emozioni e realizzi che quello che hai tra le mani è quello che aspettavi… l’epilogo. La storia tra Henri e Aleksandra si concluderà. Tu non lo dici, ma già lo sai quello che succederà, sai quale sarà la fine, te lo immagini, lo sospetti, ma ugualmente fai finta di nulla e apri, pronta di nuovo a tornare a Véres con una convinzione, “verrà giù il finimondo” perché costi quel che costi, dopo che Aleksej Bower ha rapito Aleksandra, Henri andrà a riprendersela, anche a costo di portare l’Inferno in Terra.


“Mi sarei ripreso colei che mi apparteneva. Colei che mi possedeva. Avessi dovuto dare alle fiamme l’intera Véres”


E all’interno della dimora del Re, Alek conoscerà un altro tipo di orrore, causatole dal Campione del Re - Cade Connor - e per lei sarà la devastazione totale. Potrà negarlo fino alla fine ma una speranza dentro di lei c’è e capisce che è l’unica: Henri deve riprenderla, lo sa, lo sente. E anche tu che leggi lo sai, capisci quello che soffre, ti addentri in quel rapporto così irrazionale perché Chiara Cilli, con la sua scrittura, ti aiuta dove tu potresti non capire e sembra sussurarti: “Leggi! Leggi le sensazioni di due anime che si odiano ma che non possono fare a meno di cercarsi, di sentirsi, di... “ NO! Lo sai, non lo ammetteranno mai. Il loro è “ODIO”. L’odio di una donna nei confronti di un uomo che l’ha umiliata, torturata e che le ha fatto vedere quello che non voleva, le ha fatto conoscere quello che di sé non voleva sapere e l’odio di un uomo che, nella maniera più totale, prova le stesse cose.


“Lui è… fuoco”. Feci una smorfia stizzita. “Gli basta uno sguardo per farmi a pezzi, e ancora non l’ha capito. Non capisce che non ha  bisogno di togliermi la vita, per uccidermi davvero. Deve solo guardarmi in quel modo. Il nostro modo”


“Mi fa perdere il controllo. Lei ha il controllo su. Su di me. Su di noi. Eppure…  posso schiacciarla. So che posso. Devo. Perchè odio quello che mi fa provare. Io non lo voglio. Ma lei continua a guardarmi, a vedermi, e non riesco a impedirlo. Lo voglio. Voglio lei. Mi appartiene e io…”  

Quindi di tirare in ballo l’Amore qui non se ne parla, è impossibile, è quasi “malato”, prendi coscienza di quello che già sapevi e cioè che non finirà bene, che non ci sarà un lieto fine e laddove ci fosse stato sarebbe stato ironico, quasi una barzelletta, perché in una relazione così il “vissero tutti felici e contenti” non può esserci, non deve esserci e conoscendo Chiara sai bene che non ti risparmierà, ti mostrerà il lato oscuro della passione, dell’ossessione e al momento giusto ti colpirà, ti toglierà le illusioni se mai te ne eri fatto, le speranze se mai te ne eri creato e ti sbatterà in faccia la realtà, nuda e cruda, così com'è, così come è giusto che sia. E tu, impotente di fronte a questo turbinio di emozioni, arrivi alle ultime pagine e ormai sei stremato, in lacrime, con mille sensazioni che ti attanagliano e mille pensieri che non riesci neanche a elaborare tanto è potente quello che provi. Non riesci a parlare, te ne stai lì, libro alla mano stordito e piangi, perchè è l’unica cosa che puoi fare. Piangi per Alek e Henri, per un uomo e una donna maledetti dalla vita, maledetti dalla passione e infine SI… maledetti dall'amore. Perché possono continuare a negarlo per una vita intera quei due, ma l’amore c’è. Un amore che non può sopravvivere a sé stesso, un amore che è morte, un
amore che ti squarcia l'anima e ti devasta. Perché piangere è l'unica cosa che puoi fare per un amore che non brucerà mai se non nelle anime di chi l'ha provato e che li dannerà per sempre… così come dannata è la fine di questo romanzo.


dal suo sofà
la vostra 

4 commenti:

  1. LOVE this review!!! *^* THANK YOU, O ♥

    RispondiElimina
  2. Una recensione davvero intensa! Io lo inizierò a leggere a breve e conoscendo la storia, mi ritrovo perfettamente nelle tue parole, nelle tue emozioni e sensazioni avendo letto i due romanzi precedenti. Che dire di più? E' davvero dannato, e il bello è proprio questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro il modo di scrivere di Chiara. Un finale perfetto,

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...