lunedì 16 gennaio 2017

Recensione: "Lontano da te" di Tess Sharpe

Hola pages, come va dalle vostre parti? Nevica?
Qui a Roma no, in compenso abbiamo un venticello ghiacciato meraviglioso. Ormai anche il cane si rifiuta di uscire. Come apro la porta alza il muso e mi guarda come per dire: "Ma nun ce pensà pe' niente!" e così ogni volta è la stessa storia, io che lo prelevo di forza fino al pianerottolo e lui che controvoglia mi segue... lo so, sono crudele ma è per il suo bene! >.<
Anyway, oggi voglio parlarvi di un romanzo che mi ha letteralmente stupito.

Sinossi “Non comincia qui. Sarebbe quasi banale: due ragazze terrorizzate nel bel mezzo del nulla, gli occhi sgranati rivolti alla pistola nelle sue mani. Ma non comincia qui. Comincia la prima volta che ho rischiato di morire.”
Sophie ha solo diciassette anni quando la sua inseparabile amica Mina viene uccisa proprio davanti a lei. E a peggiorare la situazione ci si mettono i genitori, la polizia, gli amici. A causa del suo passato di dipendenza, sono tutti convinti che abbia trascinato Mina in un bosco, a notte fonda, solo per uno scambio di droga poi finito male. Ma la verità è tutt’altra.
A Sophie non resta allora che iniziare una solitaria caccia al killer che, però, rischia di diventare pericolosa. E di portare a galla il grande segreto che le due ragazze condividevano: un segreto bello e fragile come una bolla di sapone attraversata da un raggio di sole...

Un libro splendido, che mescola atmosfere thriller a emozioni intense e momenti struggenti, con un finale straziante e commovente fino alle lacrime.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...