giovedì 16 marzo 2017

Recensione: "Capitan Grisam e l'Amore" Fairy Oak, #4di Elisabetta Gnone

Hola pages
approfittando del tempo di raffreddamento del tiramisù, riesco a collegarmi e a parlarvi un romanzo che fa parte di una serie amatissima da grandi e piccini!

Titolo: "Capitan Grisam e l'Amore"
Autore: Elisabetta Gnone
Serie: Fairy Oak, #4
Editore: Salani Editore
Genere: Narrativa per ragazzi
Data di pubblicazione: 23 febbraio 2017
Sinossi
In una grotta segreta, fra le cascate ghiacciate dall'inverno, cinque giovani amici aprono un antico baule e liberano una storia che per molti anni era stata chiusa e dimenticata! E si troveranno a mettere insieme i pezzi della storia del loro Capitano, fitta, come scopriremo, di colpi di scena. Pochi indizi, inattese scoperte e laconici ricordi aiuteranno i ragazzi a ricostruire i pezzi di un passato sepolto che a tratti appare oscuro e addirittura spaventa.





Lo so, sono grande e ho superato da un bel pezzo la fascia d'età destinata ai libri di Elisabetta Gnone, ma che posso farci se al solo nominare Felì, Vaniglia e Pervinca, ogni fibra del mio essere fa la hola? Questo nuovo romanzo si apre con il grande ritorno a casa di Felì, la fatina dal nome impossibile (Sefelicetusaraidirmelovorrai). Nonostante la gioia per le compagne ritrovate, la mancanza per le due streghette del Buio e della Luce si fa sentire, così come tanta è la tristezza per il vuoto che sente a non avere accanto Lalla Tomelilla. Si potrebbe pensare che, avendo scritto sempre con regolarità lunghe lettere in cui descriveva la vita in casa Periwinkle, non abbia più nulla da raccontare alle sue compagne e colleghe e invece qualcosa ancora c'è, quattro storie per l'esattezza.

"La prima sera parlai d'amore
la seconda di strepitosi incanti
la terza di amicizia
la quarta raccontai di un addio"

Nonostante la dipartita dell'amato Capitano William Talbooth, la Banda di vivaci ragazzini non si è sciolta e sotto la guida di un sempre più maturo Grisam, ormai leader in erba, mantengono saldo il loro rapporto di amicizia. Un mistero però è pronto a sconvolgere le loro giovani vite. L'apertura del baule appartenuto al Capitano porta scompiglio, facendo emergere dubbi sull'identità di Talbooth. Chi era veramente il Capitano? Davvero non ricordava la sua identità o ha finto per tutto il tempo? A questa e a tante altre domande, grazie a un lavoro di investigazione degno di Sherlock Holmes, i ragazzi troveranno una risposta, restituendo splendore alla figura di un uomo che solo per un attimo era stata minacciata da ombre. Come sempre Elisabetta Gnone si distingue per la maestria con cui, dietro fatti, parole o azioni, cela piccoli insegnamenti di vita che aiutano sicuramente il giovane lettore a crescere. Dolce il fatto che, con la crescita dei protagonisti, trovi spazio anche l'amore. Pervinca, che fa tanto la dura e la refrattaria, è sempre più complice di Grisam mentre Vaniglia conosce le prime, piccole pene, per via dell'allontamento di Jim, il misterioso straniero che tanto si è rivelato utile nell'ultima battaglia contro il Terribile 21. Per riprendere le parole di Felì, questa nuova avventura è una storia d'amore e di amicizia, che resta e resterà sempre, la meravigliosa colla che unisce questa Banda di ragazzi simpatici e tenaci che con le loro avventure, aiutano i nostri ragazzi a crescere, dando utili insegnamenti. Consigliato con tutto il cuore!
Dal suo sofà
la vostra

1 commento:

  1. Ciao Ophelie! Anche io ho superato decisamente l'età per leggere questi romanzi ma in effetti ho letto tutti quelli precedenti e so che non posso perdermi questo!
    Le tue parole hanno confermato pienamente la mia intenzione! :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...