domenica 10 gennaio 2016

Recensione: "Nell'angolo più buio" di Elizabeth Haynes

Buonasera paginette ^-^
Siete pronti a cominciare un'altra settimana? Io non tanto, visto che si tratterà di una settimana senza nessuna festa, piena di cappuccini, caffè e clienti "ladri di Dietor"! :(
Come se non bastasse, avrò meno tempo per leggere, quindi ho approfittato di questo fine settimana per dedicarmi ai miei libri e rilassarmi ;)

Nell'angolo più buio
di Elizabeth Haynes 
Pagine 445 Editore Giano


˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Catherine è una ragazza che ha sempre vissuto irresponsabilmente la sua giovinezza, tra party, alcol e partner occasionali, quando incontra Lee. Sguardo rude ma diretto, prestante d’aspetto e risoluto nei modi, Lee infrange subito il suo cuore. Il tempo necessario per un romantico corteggiamento e Catherine accetta, senza alcuna esitazione, di andare a vivere con lui. La scelta si rivela impeccabile nei primi mesi di convivenza: Lee è affettuoso, pieno di premure e attenzioni. Appare stranamente sfuggente soltanto quando viene interrogato sul suo lavoro, ma Catherine, innamorata com’è, non fa attenzione a questa trascurabile reticenza. Poi, gradualmente, attraverso segni appena percettibili, piccole scenate di gelosia, critiche per un’acconciatura o per un abito troppo eccentrico, il clima muta. Lee diventa ombroso, cupo, si assenta misteriosamente per giorni e, infine, in un’escalation drammatica, svela il suo vero volto. Schiaffi, torture psicologiche, botte, insopportabili umiliazioni fisiche, Catherine viene violata nell’intimo, rinchiusa a chiave in una stanza, ridotta a vittima inerme di un carnefice senza pietà. Probabilmente morirebbe se, in circostanze accidentali, non fosse scoperta nella sua agonia da una vicina di casa, che denuncia Lee e ne determina l’arresto, il processo e la condanna. La violenza psichica è penetrata, però, a fondo nella mente e nell’anima di Catherine. La ragazza cambia ogni giorno strada per tornare a casa, azzera le sue relazioni col mondo esterno, ispeziona ogni ora meticolosamente la sua abitazione, assume comportamenti compulsivi estremi dettati dal fantasma incancellabile del suo carnefice. Un fantasma che diventa di carne e ossa il giorno in cui una telefonata annuncia che Lee è uscito di galera.  

 
 ˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
Dopo aver letto questo romanzo, quello che ho pensato è stato: “Ecco come succede che una donna perde sé stessa e la propria dignità”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...