domenica 31 gennaio 2016

Libro curiosità #09 e Private moments#01

Buonasera paginette ^.^
Dovevo pubblicare questo post ieri ma, come capirete leggendo, ho rimandato la pubblicazione a oggi.  XD


giovedì 28 gennaio 2016

Recensione: "Il lato positivo" di Matthew Quick

Buonasera paginette! ^.^
Stasera, dopo la giornataccia di ieri, ho avuto una bellissima sorpresa... 50 followers! 
Wow! Mai stata così felice! So bene che per molti non è tutta questa gran cosa, ma per me vuol dire tantissimo e ci tenevo a ringraziare ognuno di voi per la felicità che mi regalate ogni giorno, leggendomi, sostenendomi, condividendo con me l'amore per i libri e dando importanza a quel che faccio quindi... GRAZIE! 50 volte grazie!
Oggi, dopo giorni, volevo parlarvi dell'ultimo romanzo letto, "Il lato positivo" di Matthew Quick.

Il lato positivo
di Matthew Quick 
Pagine 290 Editore Salani Editore 


˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Pat Peoples è convinto che la sua vita sia un film prodotto da Dio. La sua missione: diventare fisicamente tonico ed emotivamente stabile. L’inevitabile happy end: il ricongiungimento con la moglie Nikki.
Questo ha elaborato Pat durante il periodo nel ‘postaccio’, la clinica psichiatrica dove ha trascorso un tempo che non ricorda, ma che deve essere stato piuttosto lungo… Infatti, ora che è tornato a casa, molte cose sembrano cambiate: i suoi vecchi amici sono tutti sposati, gli Eagles di Philadelphia hanno un nuovo stadio ma, soprattutto, nessuno gli parla più di Nikki, e anche le foto del loro matrimonio sono scomparse dal salotto.
Dov’è finita Nikki? Come poterla contattare, chiedere scusa per le cose terribili che le ha detto l’ultima volta che l’ha vista? E come riempire quel buco nero tra la litigata con lei e il ricovero nel postaccio? E, in particolare, qual è la verità? Quella che ti fa soffrire fino a diventare pazzo, o quella di un adorabile ex depresso affetto da amnesie ma colmo di coraggiosa positività?
Pat guarda il suo mondo con sguardo incantato, cogliendone solo il bello, e anche se tutto è confuso, trabocca di squinternato ottimismo, fino all’imprevedibile finale. Il libro da cui è stato tratto il film rivelazione del 2012.
  



˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙ 

Avevo sentito diversi pareri discordanti su questo romanzo, ma come sempre alla fine la mia curiosità ha vinto e nonostante l’accoglienza un po’ tiepida che aveva avuto, ho deciso di leggerlo. Partiamo subito col dire che quello che mi è piaciuto di più è stato il modo in cui Matthew Quick ha scritto il romanzo. E’ proprio Pat - il protagonista - che ci parla. Diretto, schietto, lascia a noi i suoi pensieri come se noi soli fossimo capaci di capirlo e questa è una cosa importante, secondo me, per poter leggere “nel miglior modo possibile” questo libro.

mercoledì 27 gennaio 2016

W.W.W. ... Wednesday #08

Buonasera paginette
Avete presente quelle giornate in cui sembra che non ci sia nulla che vada per il verso giusto? Ecco! La mia giornata di oggi è stata più o meno così.
Mi sono svegliata più stanca di quando sono andata a dormire, al lavoro uno schifo, torno a casa e mentre mangio un dente decide di crollare e tremo al pensiero che domani rivedrò la mia "adorata" dentista succhia soldi che, come se niente fosse, spara preventivi che, a leggerli dovrebbero essere accompagnati dalla dicitura "ATTENZIONE! Le cifre contenute in questo foglietto potrebbero causare infarto!" ... anyway! Anche se in ritardo, eccomi per l'aggiornamento sulle mie letture! ^.^

martedì 26 gennaio 2016

Sfumature di... Inside the book #04

Ehilà paginette! ^.^
Questa settimana, approfittando del fatto che ieri è andato in onda il film tratto dall'omonimo romanzo di E.L. James, "Cinquanta sfumature di grigio", ho pensato bene di trarre proprio da questo libro il mio Inside the book.
Dunque, tutto si svolge in una delle prime "visite" di Anastasia - se non la prima, ora non ricordo bene  - nella famosa "stanza rossa" o stanza dei giochi... hihiihihi!

lunedì 25 gennaio 2016

Recensione: "Le confessioni del cuore" di Colleen Hoover

Buonpomeriggio paginette ^.^
Dopo lo sfogo di ieri, riprendo serenamente il mio ruolo di lettrice compulsiva e ora anche "disturbata"... hihihihihi!
La mia adorazione per la Hoover non è certo un mistero e dopo il dark romance di Chiara Cilli , le lacrime versate per Marcus e Penny di Amabile Giusti e il thriller di A.R. Torre sentivo in qualche modo di dover placare il mio animo inquieto. Quindi quale rimedio migliore se non quello di buttarmi a capofitto nel suo ultimo romanzo “Le confessioni del cuore”.

Le confessioni del cuore
di Colleen Hoover 
Pagine 256 Editore Leggereditore

˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙

A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore.
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna...  



˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙ 
Fare una recensione di questo libro senza fare spoiler sarà un po’ difficile, ma cercherò di essere brava e proverò a non svelarvi nulla.

domenica 24 gennaio 2016

Libro curiosità #08

Buongiorno paginette :)
Ieri purtroppo, a casua di un impegno imprevisto, non sono riuscita a scrivere, ma stamattina ho deciso di rimediare subito! XD
Anche questa settimana, esco un po' dal seminato e mi dedico a una cosa che mi sta molto a cuore ovvero... i gusti letterari, anche se mai avrei pensato che mi sarei ritrovata a scrivere di questo! :/

giovedì 21 gennaio 2016

Recensione: "Tentare di non amarti" di Amabile Giusti

Buon pomeriggio, paginette ^.^
Settimana intensa questa, tra libri, recensioni, lavoro e acciacchi vari (vista l'età), pochissimo tempo a disposizione, ma al mio piccolo spazio con voi proprio non rinuncio :)
Oggi volevo parlarvi di un romanzo che mi ha conquistata...

Tentare di non amarti
di Amabile Giusti 
Pagine 342 Editore Self Publishing

˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙

Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.
Una storia d’amore e rinascita, dolce e sensuale, tragica e catartica. L’incontro di due anime profondamente diverse darà vita a un amore che guarirà il dolore e l’odio del passato.


˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
Marcus e Penny, Penny e Marcus, tutto ruota attorno a questi due che mi hanno fatto dannare l’anima.

mercoledì 20 gennaio 2016

W.W.W. ... Wednesday #07

Buonpomeriggio paginette?Allora? Che mi dite di bello? ^-^
Eccomi di nuovo con voi per la consueta rubrica del mercoledì per dirvi e consocere le vostre letture passate, recenti e future! XD

martedì 19 gennaio 2016

Inside the book #03

Buonasera paginette ^.^
Stavo leggendo "Le confessioni del cuore" di Colleen Hoover e non appena mi sono ritrovata con il mio fidato tablet a cercare una canzone citata nel libro, ho pensato al mio angoletto nel blog dove raccolgo qualsiasi opera d'arte citata nel romanzo che mi fa sentire ancora più immersa nella lettura!

lunedì 18 gennaio 2016

Recensione: "La ragazza del 6e" di A.R. Torre

Salve paginette, ^-^
Vi siete riprese da questo lunedì? Io ancora no e tutto questo freddo di certo non migliora le cose :/
Oggi ho finalmente trovato il tempo per scrivere la recensione di un libro che ho finito sabato e di cui volevo parlarvi 

La ragazza del 6e
di A.R.Torre 
Pagine 269 Editore Bookme

  
˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Una città indefinita degli Stati Uniti, un condominio qualunque, un interno anonimo: il 6E. Lì vive Deanna Madden, alias JessReilley19, il nome con cui si guadagna da vivere. Centinaia di uomini fanno la fila per pagare le sue prestazioni sessuali davanti
alla webcam. Da tre anni non esce dall’appartamento in cui si è volontariamente reclusa, privandosi del contatto con la realtà esterna, con qualunque essere umano. Una scelta per proteggere se stessa e gli altri. Perché il suo segreto, la sua ossessione, sono più inconfessabili di quelli dei suoi clienti. Un giorno, però, accade qualcosa. Qualcosa che attiva in Deanna risorse ed emozioni che credeva perdute. Qualcosa più forte dei suoi demoni, delle sue stesse difese. E che la spinge a uscire…





˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
Non si capisce dove siamo. Di certo si sa solo che siamo in America e che lei si chiama Deanna Madden, ma che per lavoro si fa chiamare Jess, per essere più precisi

sabato 16 gennaio 2016

Libro curiosità #07

Buongiorno paginette, come state? ^-^
Oggi avrei dovuto presentarvi un libro che in qualche modo attirava la mia curiosità... ma ho deciso, sempre mantenendo lo spirito indagatore di questo spazio, di fare una piccola "deviazione" sul tema :)

La Robin Hood della cultura

“Qualcosa dentro di noi non muore mai…” (R. Burns, 1790) A sostegno di coloro che trasformano le idee in parole, le parole in libri e, naturalmente, i libri in biblioteche.
So che a volte, per chi è un lettore appassionato e “seriale”, è difficile vedere libri deturpati o in qualche modo “distrutti”, ma a volte questa “distruzione” è finalizzata a una nobile causa e il risultato è stupefacente.
“Liberami... Scegli tu dove…”
Recentemente la BBC sembra che sia riuscita a contattare e ad intervistare la scultrice misteriosa che da anni abbandona le proprie realizzazioni davanti alle biblioteche, alle gallerie e alle mostre della Scozia e del Regno Unito. Ma perché separarsi dai suoi libri e abbandonarli alla mercé di tutti? Perché decidere di farne delle sculture? A questa domanda, la sua risposta è stata categorica: “La mia prima scultura, un piccolo albero per la Scottish Poetry Library, è stata una risposta alla chiusura e ai tagli delle biblioteche. Era un piccolo regalo per i bibliotecari che in Scozia, nel Regno Unito e molto più lontano forniscono un servizio in tempo di ristrettezze economiche.
L’artista sceglie di abbandonare le sue opere al di fuori delle biblioteche o delle mostre, generalmente accompagnate da un biglietto: «Scelgo i luoghi che amo, realizzo le immagini che ritengo più adatte e aggiungo delle frasi che sono le mie dichiarazioni d'intenti », perchè vuole anche far capire che la cultura non è una prerogativa di chi è ricco e può pagare il biglietto per entrare e confesso che è stata proprio l’idea di questa sorta di Robin Hood del cartaceo ad attirarmi.
Ovviamente, opera dopo opera, si è scatenata una caccia serrata per scoprire l’identità della misteriosa artista, che resta tutt’ora sconosciuta.
Un solo strappo alla regola è stato fatto, nel 2012 la Scottish Book Trust le commissionò trenta book birds, che insieme alla scultura  Butterflies furono destinati a una raccolta di fondi da destinare alla ricerca contro il cancro.


P.S.: Sto pensando di mandarle un centinaio di copie dei “Distillati” (ormai tutti sapete cosa sono), ma ho paura che dovrebbe unire troppi libri per fare anche anche solo un misero fiore… voi che dite?
 

giovedì 14 gennaio 2016

Recensione: "Non lasciarmi mai indietro" di Emiliana De Vico

Buonasera paginette! ^-^
Allora? Che mi dite di bello? Anche da voi piove? E' da stamattina che non smette di piovere, quindi oggi non ho praticamente messo il naso fuori di casa... ogni scusa è buona per leggere! 

Non lasciarmi mai indietro (Anime in gioco vol.1)
di Emiliana De Vico  
Pagine 218 Editore Self publishing 

˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
 Lorenza Garbi non è pronta per incontrare Davide Riva. Non ha la necessaria esperienza per comprendere un uomo complesso come lui. Non sa trovare il modo giusto per averne l’alleanza che tanto le serve per un progetto di lavoro. Non sa neanche spiegarsi perché la tratti con freddezza. Lorenza non è la donna giusta per avvicinarsi a lui. Sa irritarlo, portarlo al limite, e con un semplice sguardo riesce a insultarlo.
Davide Riva è un ex giocatore di basket, ex campione della nazionale italiana, ex uomo dal futuro brillante. L’incidente sportivo di cui è stato vittima gli ha tolto tutto, riuscendo a piegarlo. Il Davide Riva che Lorenza incontra è ormai un uomo sul punto di spezzarsi. Eppure sa blandirla, disorientarla, sconvolgerla ed è l’unico che può aiutarla.
Posso combattersi, ignorarsi, fuggire e lasciarsi indietro, ma potranno mai amarsi completamente due persone tanto diverse tra loro?
foto di Emiliana De Vico. 


 ˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
Questo primo volume autocolslusivo che fa parte della serie "Anime in gioco" di Emiliana De Vico ci parla di amore si, ma di un amore un po’ speciale, particolare, quello tra una donna e un paraplegico.
Lorenza, la protagonista, è un’avvenente assistente sociale alle prime armi che grazie ad un concorso, si trasferisce da Modena a Chieti.
Proprio affrontando un caso, per lei abbastanza complesso vista l’inesperienza, conosce Davide Riva, ex stella della Nazionale di basket che dopo un incidente, vive costretto su una sedia rotelle.
Tra i due si instaurerà, all’inizio, un rapporto molto conflittuale. Davide è infastidito dalla curiosità e dall’insicurezza caratteriale della giovane assistente sociale. Lorenza, dal canto suo, si sente costantemente messa sotto pressione dall’uomo, intimidita, intuisce il fastidio che Davide prova nei suoi confronti e, come se non bastasse, inanella una serie di gaffe dietro l’altra.
Ma con l’andare del tempo, man mano che la conoscenza si approfondisce, scatterà l’attrazione tra i due.
Qui, secondo me, sta il punto di forza di questo romanzo. Emiliana, non si risparmia.
Dà voce, attraverso Chiara, a tutte le paure e le reticenze che una donna avrebbe nel ritrovarsi a dover affrontare un uomo complesso come Davide.
Burbero, scontroso, arrabbiato con la vita, segnato da un handicap, ma al tempo stesso generoso, altruista, dedito al suo lavoro di direttore di un centro di riabilitazione e alla sua squadra di basket in carrozzina, Davide non fa nulla per nascondere i suoi lati “negativi”, ma non cela neanche l’attrazione che ormai prova per la donna.
Una cosa è subito chiara a Lorenza, se vuole Davide, deve accettarlo per come è e per tutto il bagaglio che si porta dietro, fisico e mentale.
E anche se alcune reticenze e alcune paure possono sembrare troppo esagerate, non lo sono, perché fondamentalmente sono le stesse che si formerebbero nella mente di ogni donna.
Ma superati questi ostacoli, sarà amore. Emozionante, passionale, dolce, coraggioso, sensuale ma mai volgare.
Il romanzo ha in sé molta poesia, dolcezza, cattura di sicuro l’attenzione del lettore e di certo conquisterà le persone romantiche fino al midollo.
Emiliana De Vico scrive bene, la sua scrittura è piacevole, per questo sarebbe stato bello se avesse approfondito meglio la storia in alcuni punti, ed è un peccato quando hai tra le mani un amore e un contesto così particolare come quello che c’è tra Lorenza e Davide.
In ultimo, dò voce a una preghiera rivolta ad Emiliana De Vico! Ti prego: la punteggiatura! Sono “scassa” lo so, ma in un romanzo dove le parole e i pensieri dei protagonisti sono un passaggio fondamentale, vista anche la complessità della storia, veder intervallare questi due elementi da trattini invece che dalle consuete virgolette, per me è stato difficile e frustrante.
Sarò all’antica, sarò limitata, tutto quello che vuoi e volete, ma vi assicuro che ritrovarsi - magari in alcuni punti salienti - a chiedersi: “Cos’è che ha detto, Lorenza?Lo ha pensato? Sono i pensieri di Davide oppure ha parlato?”, significava vedersi costretta a tornare indietro per capirci qualcosa, mettere in pausa la lettura e ahimè, interrompere bruscamente l’atmosfera in cui mi ero immersa.
Rimane comunque il fatto che è un romanzo d’amore bello, che sfida le convenzioni e che ci dimostra come il cuore superi anche le barriere più grandi.

 
Dal mio adorato sofà, vi auguro una piacevole serata
La vostra
 

mercoledì 13 gennaio 2016

W.W.W. ... Wednesday #06

Buon pomeriggio, paginette! ^-^
Come procede la vostra giornata? 
Per me un po' a rilento, tornata ora dal lavoro, mi sono presa 5 minuti di pausa per stare qui con voi e dedicarmi alla rubrica del mercoledì ovvero il W.W.W. Wednesady! XD
Fiato alle trombe e partiamo!

martedì 12 gennaio 2016

Recensione: "Due varianti di me" di Dani Atkins

Buona sera, paginette ^-^
Come va? Io stanchissima, dopo una giornata tutta lavoro e casa... ho comunque avuto modo di finire uno dei libri che stavo leggendo e volevo condividerlo con voi! 

Due varianti di me
di Dani Atkins
Pagine 285 Editore Fabbri Editore Life  


˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Cosa faresti se il destino ti offrisse una seconda possibilità?

Rachel ha vent’anni, amici meravigliosi e tutto il futuro davanti. In tasca, la lettera di ammissione alla più prestigiosa scuola di giornalismo inglese. Poi, una terribile disgrazia.
E due vite diverse che l’aspettano. Cinque anni più tardi…
Per la prima volta da quella notte fatale, Rachel sta tornando nel paesino in cui è cresciuta. Sul volto ha una cicatrice, a ricordarle in ogni istante il segno indelebile dell’incidente che ha infranto i suoi sogni e le ha portato via il suo migliore amico.
Ma quando per una caduta banale batte la testa e si risveglia in ospedale, tutto intorno a lei è cambiato. È come se il suo mondo, dal momento dell’incidente, avesse preso un binario diverso. Ora ha il lavoro che ha sempre desiderato, un elegante appartamento a Londra, e il suo migliore amico è lì, accanto a lei. Sarebbe bellissimo se l’orologio fosse tornato indietro. Ma la vita non funziona in questo modo… o sì?
Sorprendente, romantico, straziante, Due varianti di me ha conquistato le lettrici inglesi: autopubblicato in rete, è diventato immediatamente un bestseller, attirando l’attenzione degli editori di tutto il mondo. Non riuscirete a smettere di leggere e, arrivati alla fine, non potrete trattenere le lacrime.


 ˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
“La mia prima vita è finita alle 22.37 di una piovosa notte di dicembre, su una strada deserta nei pressi della vecchia chiesa.
La mia seconda vita è iniziata circa dieci ore più tardi…”

Inside the book #02

Ehilà paginette ^-^
Eccomi con voi, per un nuovo appuntamento, quello con lo spazio casuale "Inside the book".
Per chi avesse perso i precedenti, riepilogo brevemente.
"Inside the book" è uno spazio semplice semplice, si tratta di inserire in un post qualcosa di artistico citato in un libro che state - o che avete - letto.
Quindi via libera a canzoni, poesie, quadri, film... qualsiasi cosa rappresenti arte e che venga citato nella vostra lettura e che avete avuto la tentazione di spulciare o approfondire, magari su Google o qualsiasi altro mezzo, giusto per immergervi ancora di più nel libro.
La citazione di oggi è presa da un libro che lessi tempo fa e che mi fece scoprire una poesia di Dylan Thomas meravigliosa.

da Matched
di Ally Condie

[...]
     Il nonno mi ha dato una poesia.
    Ovvio. La mia bisnonna. Le Cento Poesie. Non ho bisogno di controllare sui portali della scuola per sapere che questa non è una di esse. La bisnonna ha corso un grande rischio nascondendo questo foglietto, e anche i miei nonni conservandolo. Per quali poesie potrebbe valere la pena perdere tutto? 
     Il primissimo verso mi paralizza, facendomi salire le lacrime agli occhi, e non so spiegarmi come mai, a parte il fatto che quest'unico verso mi colpisce più di qualsiasi altra cosa abbia mai letto.
     Non andartene docile in quella buona notte.
[...]


Non andartene docile in quella buona notte

Non andartene docile in quella buona notte,
I vecchi dovrebbero bruciare e delirare al serrarsi del giorno;
Infuria, infuria, contro il morire della luce.

Benché i saggi conoscano alla fine che la tenebra è giusta,
Perché dalle loro parole non diramarono fulmini
Non se ne vanno docili in quella buona notte,

I probi, con l'ultima onda, gridando quanto splendide
Le loro deboli gesta danzerebbero in una verde baia,
S'infuriano, s'infuriano contro il morire della luce.

Gli implusivi che il sole presero al volo e cantarono,
Troppo tardi imparando d'averne afflitto il cammino,
Non se ne vanno docili in quella buona notte.

Gli austeri, prossimi alla morte, con cieca vista accorgendosi
Che occhi spenti potevano brillare come meteore e gioire
S'infuriano, s'infuriano contro il morire della luce.

E tu, padre mio, là sulla triste altura maledicimi,
Benedicimi, ora, con le tue lacrime furiose, te ne prego.
Non andartene docile in quella buona notte.
Infuriati, infuriati contro il morire della luce.

- Dylan Thomas - 

E questo era il mio "Inside the bookdi oggi.
Spero vi sia piaciuto e come sempre aspetto i vostri commenti e i vostri "Inside".
A presto
La vostra

domenica 10 gennaio 2016

Recensione: "Nell'angolo più buio" di Elizabeth Haynes

Buonasera paginette ^-^
Siete pronti a cominciare un'altra settimana? Io non tanto, visto che si tratterà di una settimana senza nessuna festa, piena di cappuccini, caffè e clienti "ladri di Dietor"! :(
Come se non bastasse, avrò meno tempo per leggere, quindi ho approfittato di questo fine settimana per dedicarmi ai miei libri e rilassarmi ;)

Nell'angolo più buio
di Elizabeth Haynes 
Pagine 445 Editore Giano


˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Catherine è una ragazza che ha sempre vissuto irresponsabilmente la sua giovinezza, tra party, alcol e partner occasionali, quando incontra Lee. Sguardo rude ma diretto, prestante d’aspetto e risoluto nei modi, Lee infrange subito il suo cuore. Il tempo necessario per un romantico corteggiamento e Catherine accetta, senza alcuna esitazione, di andare a vivere con lui. La scelta si rivela impeccabile nei primi mesi di convivenza: Lee è affettuoso, pieno di premure e attenzioni. Appare stranamente sfuggente soltanto quando viene interrogato sul suo lavoro, ma Catherine, innamorata com’è, non fa attenzione a questa trascurabile reticenza. Poi, gradualmente, attraverso segni appena percettibili, piccole scenate di gelosia, critiche per un’acconciatura o per un abito troppo eccentrico, il clima muta. Lee diventa ombroso, cupo, si assenta misteriosamente per giorni e, infine, in un’escalation drammatica, svela il suo vero volto. Schiaffi, torture psicologiche, botte, insopportabili umiliazioni fisiche, Catherine viene violata nell’intimo, rinchiusa a chiave in una stanza, ridotta a vittima inerme di un carnefice senza pietà. Probabilmente morirebbe se, in circostanze accidentali, non fosse scoperta nella sua agonia da una vicina di casa, che denuncia Lee e ne determina l’arresto, il processo e la condanna. La violenza psichica è penetrata, però, a fondo nella mente e nell’anima di Catherine. La ragazza cambia ogni giorno strada per tornare a casa, azzera le sue relazioni col mondo esterno, ispeziona ogni ora meticolosamente la sua abitazione, assume comportamenti compulsivi estremi dettati dal fantasma incancellabile del suo carnefice. Un fantasma che diventa di carne e ossa il giorno in cui una telefonata annuncia che Lee è uscito di galera.  

 
 ˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
Dopo aver letto questo romanzo, quello che ho pensato è stato: “Ecco come succede che una donna perde sé stessa e la propria dignità”.

sabato 9 gennaio 2016

Libro curiosità #06

Buongiorno, paginette! ^-^
Come state? Io benone, anche se la dipendenza da Henri e Aleks di Chiara Cilli ancora non accenna a diminuire! Sigh!
Cilli ti odio
Ti adoro 
Effetto Chiara anche sul modo di scrivere....eheheheeh!
Oggi, come ogni fine settimana, vi parlo di un libro che mi ha incuriosito
Questo è un titolo particolorare, visto che l'ho ordinato circa un mese fa su Amazon, quindi praticamente ordinato a scatola chiusa!

Tutta la verità su Alice
di Jennifer Mathieu 
Pagine 288 Editore Newton Compton Editori

mercoledì 6 gennaio 2016

Recensione: "Distruggimi" di Chiara Cilli

Buonasera paginette, come state?
E' stata buona la Befana o vi ha portato solo carbone? ^-^
Oggi ho finito di leggere "Distruggimi" di Chiara Cilli e un vago senso di impotenza si sta propagando in me, visto che a quanto pare il terzo capitolo della serie Blood Bonds non uscirà prima di quest'estate... disperazione allo stato puro! SIGH!

Distruggimi (Blood Bonds #2)
di Chiara Cilli 
Pagine 262 Editore Self Publishing

  
˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙

Credevo di essere sopravvissuta all'orrore. Mi sbagliavo.
 
Credeva di potermi sfuggire. Ma non ha scampo da me.

  Non riesco a liberarmi di lui.
 
Non le permetterò di cacciarmi dalla sua mente.

  È nella mia testa, nel mio sangue, nelle mie ossa.
 
È un mostro che vuole impossessarsi della mia anima e farla a brandelli.

  Henri Lamaze è l'incubo di morte da cui non sarò mai in grado di svegliarmi.
 
Aleksandra Nikolayev è l'ultimo demone che devo sconfiggere.

  Questa volta non riuscirò a contrastare il suo veleno.
 
Questa volta sarò io a non sopravvivere a lei. 


È finita.
E non posso accettarlo.


**Attenzione**
Romanzo Dark Contemporaneo
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù.
 ˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙

Chiara Cilli is back! E torna con un seguito ancora più potente.
In questo secondo capitolo della serie Blood Bond, “Distruggimi”, Aleksandra sembra avercela fatta, è riuscita a sfuggire ad Henri, ma in realtà non è mai stata libera.

W.W.W. ...Wednesday #05

Buon pomeriggio paginette mie belle e Buona Befana a tutti ^-^
Eccoci giunti al consueto appuntamento del mercoledì, il W.W.W. ... Wednesady, ovvero:
1: What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?
2: What did you recently finished reading? Cosa hai appena finito di leggere?
3: What did you think you'll read next? Cosa pensi di leggere dopo?
Ecco a voi i miei W.W.W: ...

Eureka!

Buongiorno paginette mie belle! ^-^
Spero che non vi spiaccia se vi chiamo così!
Era da tanto tempo che cercavo un un nome affettuoso con cui chiamarvi e alla fine, l'ispirazione è venuta :P
Spero che nessuno dei miei lettori si senta offeso da questa mia scelta e prima di dire qualcosa, vorrei spiegarvi il motivo di questa mia scelta. :)
Dall'alto della mia veneranda età, ho sempre pensato che ciascuno di noi è come una pagina da riempire.
Ognuno di noi ne è lo scrittore, anche se a volte l'esterno irrompe con appunti belli o brutti, ma nessuno può impedire alla nostra mano di scrivere ciò che noi siamo.
Ogni giorno una scritta, ogni giorno un appunto, ogni giorno una riga, fino ad arrivare al libro che diventeremo, con la nostra storia fatta di esperienze positive e negative, ma come affrontarle sta sempre e solo a noi perchè, citando "Invictus " di William Ernest Henley


Ovviamente ogni commento, anche negativo, è ben accetto.
A dopo ^-^
La vostra
 

martedì 5 gennaio 2016

Inside the book #01

Buon pomeriggio readers ^-^
oggi vorrei inaugurare un piccolo spazio con cadenza casuale.
Quante volte vi capita che durante la lettura di un libro sia citata una canzone, una poesia, un film, un'opera d'arte? Scommetto tante!
Personalmente ogni volta vado a cercare quella citazione tanto per avere un'idea ancora più reale. ^-^
Ecco, l'intento di questo spazio è proprio quello! Citare il libro che si sta leggendo, il momento in cui una delle citazioni è nominato e postare il tutto.

Let's start:

da Distruggimi (Blood Bonds #02)
     di Chiara Cilli

    - "La prossima canzone ci è appena stata richiesta. Addicted" annunciò seducente, come se stesse parlando all'orecchio della propria amante.
"Ed è per lei, signorina Nikolayev".
     Rimasi congelata sul posto.
     Le note della canzone di Kelly Clarkson si diffusero nel giardino, accompagnate dalle  parole angoscianti e disperate della prima strofa.     
     Come ammaliata, tornai sui miei passi.
     Al rallentatore.
     Inquietata da una strana sensazione,
     Ascoltavo la canzone.
     Assimilavo il suo significato.
     La percepivo strisciare verso di me e ghermirmi. Rivelarmi una verità che mi rifiutavo di vedere.
    Non può essere. -

Addicted
It's like you're a drug
It's like you're a demon I can't face down
It's like I'm stuck
It's like I'm running from you all the time
And I know I let you have all the power
It's like the only company I seek is misery all around
It's like you're a leech
Sucking the life from me
It's like I can't breathe
Without you inside of me
And I know I let you have all the power
And I realize I'm never gonna quit you over time

It's like I can't breathe
It's like I can't see anything
Nothing but you
I'm addicted to you
It's like I can't think
Without you interrupting me
In my thoughts
In my dreams
You've taken over me
It's like I'm not me
It's like I'm not me

[...]

Questa è la mia prima citazione, spero che l'idea vi sia piaciuta! Citate anche voi qualcosa nei vostri commenti
Un abbraccio
La vostra 
 

lunedì 4 gennaio 2016

Recensione: "Soffocami" di Chiara Cilli

Buonasera readers ^-^
E anche questo odioso lunedì è quasi giunto al termine. La settimana è iniziata un po' in sordina, voglia di tornare al lavoro pari a 0, voglia di uscire con questa pioggia 0... insomma, per farla breve, non avevo voglia di far nulla se non leggere.
E in effetti è quello che ho fatto, ho finito il primo romanzo di Chiara Cilli appartenente alla serie Blood Bond.

Soffocami (Blood Bonds #1)
di Chiara Cilli 
Pagine 402 Editore Self Publishing

˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙
Avevo tutto ciò che ho sempre sognato.
 Non ho mai avuto la vita che sognavo.

Avevo lavorato sodo per arrivare dov'ero.

 Violenza, soprusi e crudeltà mi avevano segnato per dieci anni.

Ero pronta a portare l'azienda di famiglia ai vertici del successo.
 

Ero pronto a saziare la mia vendetta contro chi aveva abusato di me per lungo tempo.

Poi mi hanno rapita.
 

Così ho preso la figlia di Nikolayev.

Ora devo sopravvivere a un uomo che mi consuma l'anima.

 Non importa quanto lotterà, non ha scampo.

Non posso lasciare che mi soffochi con la sua presenza letale.

 Perché la ucciderò.

**Attenzione**
Romanzo Dark Contemporaneo
Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù.


  
˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙
L’avvertimento nella sinossi dice tutto. Questo non  è un romanzo per tutti ed è vero. Non è un libro per chi ha l’animo sensibile e si aspetta il classico “happy end”.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...