domenica 27 dicembre 2015

Recensione: "La piccola bottega dei ricordi" di Annelise Corbrion

Buonasera followers
dopo aver fatto da infermiera al mio cane malaticcio, mi ritaglio un attimo per stare con voi e distrarmi un po' dalle preoccupazioni che questo piccolo esserino porta nella mia vita!
Sentivo proprio il bisogno di una lettura poco impegnativa, dopo il libro di Jael McHenry e devo dire che "La piccola bottega dei ricordi" di Annelise Corbrion è stata decisamente la scelta più giusta.

La piccola bottega dei ricordi
 di Annelise Corbrion
Pagine: 206 Editore: Fabbri Editore Life


   
˙·٠•●♥ Sinossi ●•٠·˙

Una fotografia è molto più di un oggetto. Spesso custodisce un momento di felicità perfetta ed eterna. Lo sa bene Emma, che nel suo piccolo atelier nel cuore di Londra restaura foto antiche, e ama scrutare quei volti sconosciuti, e restituire ai ricordi degli altri lo splendore che il tempo ha rubato. Quando un giorno uno di quei volti prende vita, Emma pensa di aver bevuto un bicchiere di troppo. Ma l’uomo della foto, scattata nel 1940, le invia dei messaggi chiedendole di compiere per lui una piccola missione: ritrovare il suo primo, unico, grande amore per restituirle la spilla che lui le aveva regalato poco prima di morire. Per Emma questo è solo l’inizio: presto si trova coinvolta in piccole e grandi storie che richiederanno parecchia inventiva per essere risolte. Fino a che uno di quei messaggi non riguarderà proprio lei. Lei e l’affascinante giornalista che ha appena conosciuto. Nel suo passato, Nathaniel nasconde un trauma che gli ha lasciato una cicatrice indelebile.
Con una vecchia fotografia di sua madre e le pagine del diario che la donna ha scritto poco prima di morire, Emma deve tentare di scoprire quello che è successo, ma la missione più difficile è convincere Nathaniel che amare è ancora possibile…


˙·٠•●♥ Recensione ●•٠·˙

Emma fa un lavoro decisamente interessante e al di fuori del comune, è una restauratrice di foto, ma con quelle lei in un certo senso restaura anche i ricordi perchè cosa sono le foto se non ricordi di un attimo di felicità catturato dalla pellicola? Un istante impresso nella nostra memoria e che non andrà più via.

Recensione: "La cucina degli ingredienti magici" di Jael McHenry

Buongiorno readers ^.^
Come state? Stamattina mi rammarico del fatto che ormai questo sia il mio ultimo giorno di queste "mini vacanze" natalizie, quindi domani si torna al lavoro, ma va bene così!
Ho approfittato per di questo tempo per leggere un po' di più e sono contenta. :)
Voi come state? Tutto bene?
Io ho finito proprio ieri il romanzo di Jael McHenry e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro, pieno di sorprese e inaspettatamente dolce.

La cucina degli ingredienti magici
di Jael McHenry
Pagine: 279 Editore: Corbaccio


˙·٠•●♥ Sinossi ♥●•٠·˙

Dopo l'improvvisa scomparsa dei genitori, Ginny, una ventiseienne riservatissima e patologicamente timida, abituata a vivere in un suo mondo protetto fra le pareti domestiche, cerca consolazione nella cucina di casa e fra le ricette di famiglia. Da sempre cucinare è per lei una scappatoia quando non riesce a reggere l'angoscia, ma questa volta il profumo corposo e piccante della zuppa della nonna fa apparire in cucina un ospite inatteso: il fantasma della nonna stessa, morta vent'anni prima, che le sussurra una frase sibillina: «Non permetterglielo!» prima di scomparire. Un ammonimento che la mette in allarme... Che cosa non deve permettere? E a chi? Forse alla sorella Amanda che, abituata a organizzare tutto, ha deciso di vendere la casa in cui hanno vissuto i genitori e la sorella fino a quel momento? Ginny non avrebbe mai pensato di doversi trasferire, ma ormai rassegnata all'idea, incomincia a radunare le cose a cui tiene di più e in questa sua ricerca scopre dei segreti sepolti negli angoli più remoti: una lettera della madre nascosta nel camino della camera da letto, fotografie del padre con una donna di cui lei ignora l'identità. Via via più desiderosa di conoscere la verità, pensa di trovarla nelle parole dei suoi cari richiamandone i fantasmi attraverso le ricette da loro ereditate... Un romanzo d'esordio magico, forte e avvincente sui legami fra sapori e memoria, famiglia e identità.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...