lunedì 30 novembre 2015

Recensione: "Non proprio un appuntamento" di Catherine Bybee

Salve miei cari readers ^.^
stasera di nuovo insieme perchè sulla scia delle novità edite da Amazon Crossing, stavolta si passa dall'atmosfera cupa del titolo precedente alla luce dell'amore con il romanzo di Catherine Bybee, dove c'è di mezzo un pick up, una "cameriera-madre single-squattrinata" e un cow boy cameriere al verde che poi tanto al verde non è! Tutto racchiuso in "Non proprio un appuntamento"

Titolo: "Non proprio un appuntamento"
Autore: Catherine Bybee
Editore: Amazon Crossing
Sinossi
“Jessica “Jessie” Mann, cameriera e madre single, è la praticità fatta persona. Anche se avesse tempo per uscire con gli uomini (e non ne ha) farebbe di tutto per garantire al figlio un’infanzia più tranquilla della propria. Per questo le serve un marito con i soldi! Così, quando Jack Morrison, un cliente terribilmente sexy con il cappello da cowboy e il sorriso accattivante, cerca di flirtare con lei, Jessie lo respinge perché apparentemente al verde. Dubita, infatti, che un sognatore come Jack possa garantirle la stabilità economica di cui ha bisogno. Sarà difficile resistere all’affascinante texano, con il Natale alle porte e il desiderio di non passarlo da sola.
Erede dei Morrison, proprietari di un impero degli hotel di lusso, Jack è abituato a essere adulato. Ora sente il bisogno di qualcuno che s’innamori di lui e non della sua ricchezza. Un giorno mette gli occhi su Jessie, ma il muro che la ragazza ha costruito intorno al proprio cuore potrebbe ostacolarlo. Così decide di nasconderle la sua vera identità e si offre di aiutarla a trovare il marito ricco che cerca. Peccato che la sua audace messinscena rischi di privarlo del desiderio che vorrebbe vedere esaudito per Natale…”


E’ più facile innamorarsi di un uomo ricco? Leggendo questo romanzo spesso ci si ritrova a cercare di darsi una risposta.
Jack Morrison, texano D.O.C., ultimamente è stanco. Ne ha fin sopra i capelli di donne belle ma finte che fanno a gara per accalappiarselo puntando più al suo portafoglio che a lui.
Al suo portafoglio già, perchè Jack è ricco, ricco sfondato, il suo è un cognome importante nel campo del settore alberghiero, visto che a loro appartiene una catena di hotel 5 stelle.
Jack vuole di più, vuole una donna con cui parlare, con cui condividere idee, che sia pratica, che vada oltre le apparenze, una donna che guardi lui e non il milionario, una donna capace di vedere l’uomo che ha lavorato sodo per costruirsi un’immagine e scrollarsi di dosso la nomea di figlio di papà. Perchè a Jack quel lavoro piace e proprio come suo padre, vuole meritarselo quel posto sulla poltrona e non vederselo piovere dal cielo, vuole esser fiero di se stesso e sentire che quel ruolo nell’azienda di famiglia se l’è guadagnato.
Jessica “Jessie” Mann è una mamma single, si fa in quattro per non far mancare nulla a suo figlio Danny, fa un turno notturno massacrante in una tavola calda proprio per potergli stare accanto il giorno, e continuamente lotta con i soldi per far quadrare il bilancio di casa. Per fortuna può contare su sua sorella Monica, che vive con lei e che l’aiuta con Danny quando non è in casa e sul fatto che si è imposta una regola ferrea. Basta uomini sognatori e squattrinati! Il prossimo uomo che entrerà a far parte della vita di Jessie dovrà avere soldi e una posizione che siano in grado di darle finalmente stabilità, stabilità che nè il padre di Danny nè chi lo ha seguito è stato in grado di portare nella sua vita. Troppo spesso Jessie si è ritrovata a dover mantenere smidollati che fuggono alla prima occasione, le è ormai chiaro che il suo cuore non è in grado di fare una scelta sensata.
E’ chiaro che quando i due si incontrano è subito attrazione, solo che quando Jack incontra Jessie decide di nasconderle chi è veramente. Jack vuole vedere se Jessie può innamorarsi di quel cow boy che le sta di fronte e che guida un pick up sgangherato e soprattutto vuole dimostrarle che non sono i soldi quello che contano nella vita, piuttosto quanto una persona possa portare stabilità nella vita degli altri anche solo con la propria presenza, facendole capire che in qualsiasi caso, in qualsiasi modo, in qualsiasi momento, se lei allungherà una mano in cerca di un appiglio, la mano che troverà sarà la sua.

Jessie dalla sua, cercherà di reprimere in tutti i modi l’attrazione e i sentimenti che prova nei confronti di Jack, cercando di stabilire con lui un rapporto che non vada oltre una semplice “amicizia”, impresa che si rivelerà destinata al fallimento più misero.
E’ ovvio, però, che quando tutto inizia con una bugia così grande e importante, più si va avanti e più le cose si complicano, non si trova il modo o il momento giusto per dire la verità e soprattutto il motivo per cui si è taciuto su un dettaglio così importante.
Non è una lettura impegnativa, piuttosto una lettura rilassante, scritta bene e con personaggi ben delineati, che merita anche solo per la dichiarazione d’amore di Jack e che ogni donna vorrebbe sentirsi dire ossia: “ “Ti amo più di quanto gli scarafaggi amino le girelle alla cannella”!


Dal suo sofà
la vostra

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...