lunedì 23 novembre 2015

Recensione: "La canzone che ci ha fatto incontrare" di Ryan Winfield

Buonasera pages ^.^
In questi giorni di assenza diciamo "forzata", ho avuto modo di dedicarmi in maniera più assidua alla mia passione, i libri.
Presa da un raptus di shopping compulsivo, ho scaricato una serie di libri e stasera, con molto piacere, vi parlerò di una delle mie ultime letture, si tratta de "La canzone che ci ha fatto incontrare" di Ryan Winfield
Titolo: "La canzone che ci ha fatto incontrare"
Autore: Ryan Winfield
Editore: Sperling & Kupfer
Sinossi
"Jane ha solo quarant'anni, ma l'esistenza l'ha già messa a durissima prova. Ha appena perso la figlia Melody e non riesce a darsi pace. Per averla lasciata andare senza rendersi conto di quanto stava succedendo. Per essersi lasciata travolgere dalle mille incombenze di madre single, sempre a rincorrere conti che non tornano. Jane è davvero disperata e, nella spasmodica ricerca di qualcosa che le spieghi quella giovanissima vita spezzata, si aggrappa a una presenza nuova e sconosciuta. L'unica presenza che, forse, la può aiutare a capire la morte della ragazza. È Caleb, il giovane con la chitarra che ha messo una moneta sulla tomba ed è sparito senza dire una parola, mentre il suo sguardo triste incrociava per un attimo quello di Jane. Quando lo ritrova, convinta che sia stato il ragazzo della figlia, Jane gli offre ospitalità, un lavoro, lo convince a restare, per farsi raccontare gli ultimi giorni di Melody. Ma Caleb non è quello che sembra. E s'innamora pazzamente di Jane. La differenza di età, le circostanze drammatiche e un'idea di futuro quasi impossibile le sembrano ostacoli insormontabili. Forse, però, il vero amore non conosce limiti. La storia di una donna alla quale il destino decide di offrire un altro inizio. Un amore sensuale e romantico che sfida le convenzioni. "La canzone che ci ha fatto incontrare" è un romanzo appassionante e ricco di sfumature."


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...